viaggi studio

Home Forum viaggi studio

#3090
Anonimo
Inattivo

 Buongiorno,
lavoro in amministrazione di un piccolo organizzazione viaggi studio. e da molti anni mi occupo di contabilità nelle agenzie di viaggio. Adesso mi trovo a dissipare un piccolo dubbio su i viaggi studio. La mia titolare da anni si batte per il riconoscimento dei viaggi studio, come viaggi studio e non come turismo. Le scuole europee fatturano senza Iva perchè lo Stato riconosce che si tratta di viaggi di istruzione e non turistici, mentre in Italia dobbiamo essere per forza T.Operator per organizzare tali soggiorni! Noi non prenotiamo voli, i clienti si prenotano i voli da soli quindi non c’è il classico pacchetto. C’è il soggiorno e la sistemazione in college o famiglia gestita dalla scuola direttamente, a volte anche il transfer. Per cercare di non incorrere in sanzioni abbiamo aperto come T.Operator perchè adesso il lavoro è aumentato e anche agenzie di viaggi ci richiedono i ns pacchetti. Se io ricevo fattura senza iva, devo applicare il 74 ter come l’organizzazione?
E per noi non sarà “svantaggioso” a livello di prezzi visto che noi paghiamo l’iva, ma non la scarichiamo?Fiscalmente cosa è più corretto fare? Vi ringrazio anticipatamente per la risposta.saluti Luciana