Fatture INTRA

Home Forum Fatture INTRA

#2984
Anonimo
Inattivo

Buongiorno
il regime speciale IVA 74/ter non ha subito variazioni dall’introduzione delle nuove regole sulla territorialità delle prestazioni di servizi. Pertanto, la vendita di un pacchetto turistico, che viene fatturata in regime 74/ter  non deve essere inserita negli elenchi Intrastat.
Con la circolare 36/E del 21/06/2010 sono state pubblicato le risposte ai quesiti posti tramite il
Forum aperto sul sito dell’Agenzia delle Entrate in particolare le indico in calce  un estratto di tale circolare per la parte che riguarda i quesiti relativi ad alcune operazioni tipiche del SETTORE VIAGGI E TURISMO che si trovano sulla mia circolare informativa n. 7/2010 che probabilmente può trovare nellsettore “circolari”.
a) Punto 12 ‐ Organizzazione pacchetti turistici – regime speciale 74/ter
Viene confermato che il regime speciale IVA 74/ter non ha subito variazioni
dall’introduzione delle nuove regole sulla territorialità delle prestazioni di servizi. Pertanto,
la vendita di un pacchetto turistico, non deve essere inserita negli elenchi Intrastat
b) Punto 12 ‐ Intermediazione servizio singolo
Il servizio singolo, reso da un tour operator in nome e per conto del cliente, costituisce attività
di intermediazione e, nei confronti dei soggetti passivi di imposta, segue la regola generale di
territorialità (art. 7‐ter del D.P.R. n. 633 del 1972).
Quindi la fattura relativa alla prestazione, va inserita negli elenchi riepilogativi INTRASTA/SERVIZI
c) Punto 12 ‐ Acquisto Servizio singolo
Per la rivendita del singolo servizio (hotel / volo) precedentemente acquisito da parte dell’agenzia, si applica il regime speciale del margine ) e quindi lo stesso non va inserito negli elenchi riepilogativi (art. 74‐ter, comma 5‐bis, del D.P.R. n. 633 del 1972).
Viene precisato inoltre, che l’acquisto da parte del tour operator del singolo servizio (hotel, volo, guida turistica) non va incluso negli elenchi Intrastat. Ciò in quanto le prestazioni acquistate rientrano tra quelle oggetto di deroga ai fini della territorialità e, d’altra parte, i servizi singolarmente considerati non rientrano nel regime speciale delle agenzie di viaggio (art. 74‐ter del D.P.R. n. 633 del 1972).
Si ricorda che le operazioni che intervengono con privati consumatori non vanno incluse negli elenchi Intrastat.
d) Punto 13 ‐ Intermediazioni prestazioni alberghiere – Provvigioni pagate ad agenti U.E.
Le prestazioni di intermediazione in nome e per conto del cliente, relative a prestazioni alberghiere, devono essere inquadrate tra le prestazioni generiche di cui all’articolo 7‐ter del D.P.R. n. 633 del 1972.
Tali operazioni devono essere rilevate negli elenchi riepilogativi Intrastat tra le prestazioni
ricevute.
e) Punto 14 ‐ Attività di guida turistica
Sono escluse dagli elenchi riepilogativi le prestazioni di servizi rientranti nell’articolo 7‐ quinquies del D.P.R. 633 del 1972, tra cui vi sono le prestazioni relative ad attività culturali.
Tenuto conto che nell’attività di guida turistica il requisito culturale è preminente, si ritiene che il contribuente sia esonerato dalla presentazione degli elenchi Intrastat.
f) Punto 15 ‐ Prenotazioni di servizi effettuata on line tramite un portale di un T.O. con sede in un paese U.E. ‐ possono essere considerate prestazioni e‐commerce?
Viene confermato che la prenotazione di un servizio effettuato tramite siti on line non prevede  automaticamente che il servizio prenotato sia considerato commercio elettronico.
In questo caso l’utilizzo del web viene equiparato a mezzo di comunicazione quali il telefono
o il fax e considerato un servizio di intermediazione in nome e per conto, effettuato nei
confronti di un soggetto passivo comunitario.
L’operazione è territorialmente rilevante nel paese del committente e deve essere rilevata
negli elenchi riepilogativi tra le prestazioni rese.

Spero che la risposta abbia chiarito il dubbio.
Un saluto
Caterina